I giovani Pirates Savona pronti all’esordio

0
395

SavonaRicomincia la stagione dei Pirates 1984 Savona e riparte dai giovani pirati. Sul campo di casa, il “Ruffinengo” di Legino, sabato 21 novembre alle ore 21 esordiranno i giovani pirati savonesi. Sono chiamati alla prova del campo contro la formazione dei pari età dei Trappers di Cecina.

Entrambe le società militano nel campionato nazionale di III Divisione Fidaf con le squadre senior ed hanno intrapreso la strada delringiovanimento dei roster dei propri team facendo un opera di reclutamento nelle scuole ed organizzando dei mini camp di formazione. I risultati cominciano ad arrivare e questo fa ben sperare per il futuro del sodalizio savonese, pronto a gettare solide basi per il nuovo corso dei pirati.

Eugenio Meini, direttore sportivo dei Pirates 1984 Savona, afferma: “Siamo contenti di questo importante risultato. Siamo riusciti a creare in poco tempo un team giovanile con oltre una ventina di elementi. Questo, oltre a renderci orgogliosi, fa ben sperare per il futuro. Il lavoro svolto in questi anni, prima con il flag e poi con i mini camp, ha cominciato a dare i risultati che ci siamo posti come obiettivo. Per quest’anno abbiamo deciso di fare crescere tecnicamente i ragazzi, sacrificando la partecipazione al campionato di categoria. La società ha deciso per il bene dei ragazzi“.

“Le esperienze negative passate – prosegue -, quando abbiamo buttato nella mischia i giovani inesperti, sia tecnicamente che fisicamente, non ci hanno giovato. Abbiamo avuto giovanili da oltre venti ragazzi ed alla fine ci ritrovavamo con il roster dimezzato. I giovani vogliono divertirsi, ma quando vai in campo senza preparazione adeguata, non ti diverti affatto, anzi. Questo errore lo abbiamo capito ed abbiamo deciso di fare un lavoro differente, allungando i tempi di crescita ma migliorando nettamente l’impatto tecnico”.

“Alcuni dicono che l’esperienza migliore è la sfida in campo, anche da neofiti, ma il nostro sport ha pochissimi margini di errore ed ogni errore, oltre a pagarlo caro in termini di risultati negativi, demoralizza il giocatore, facendogli perdere entusiasmo e motivazione. Noi pensiamo che riducendo i margini di errore si migliori, oltre che la qualità del gioco ed il suo apprendimento, anche la motivazione generando un grande entusiasmo nei ragazzi. Questa – conclude Meini – è la nostra filosofia che anche altri team hanno seguito”.

Appuntamento quindi per sabato sera alle ore 20 al campo sportivo comunale “Ruffinengo” di Savona.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY